Viaggiarepertutti: il blog per chi vuole scoprire il mondo

K2_VenPMUTCE_PMRUTC0C+00000+0000
K2_VenPMUTCE_PMRUTC0C+00000+0000_PM55+0000
In Grecia In Grecia

Scoprire il mondo nonostante tutto. Nonostante la malattia, nonostante la sedia a rotelle, le difficoltà logistiche, la fatica, le barriere fisiche e mentali che ancora, qualche volta, siamo costretti a incontrare.

E raccontare le proprie scoperte, le avventure, ma soprattutto gli incontri che il viaggio – qualunque esso sia, lungo o breve – consente di vivere e di conservare nel ricordo, trasformando tutto in esperienze utili e concrete a vantaggio di chi non si vuole chiudere fra le mura di casa ma vuole godere comunque di tutto il bello della vita.

Da qui nasce Viaggiarepertutti, dall'esperienza diretta di Domenico e Francesca: lui, che a quarant'anni manifesta i primi segnali di una malattia neurologica ereditaria che intacca progressivamente la sua capacità di muoversi in autonomia; lei, moglie, autista, assistente, fotografa, che si inventa web designer e organizzatrice di viaggi ed eventi all'insegna dell'accessibilità per un progetto fortemente voluto e condiviso.

E' vero, ci è sempre piaciuto viaggiare, e quando le difficoltà motorie di Domenico si sono fatte importanti abbiamo semplicemente aggiunto ai bagagli una sedia a rotelle e tutti gli ausili necessari per spostarci con comodità e sicurezza, imparando con l'esperienza a costruire i nostri percorsi accessibili.

Da qui siamo partiti: il nostro primo viaggio “in tre”, una crociera nelle isole greche, ci ha dato lo spunto per creare un sito internet, www.viaggiarepertutti.it , in cui andare a raccontare in maniera semplice, diretta e concreta tutto quello che si può fare viaggiando con difficoltà motorie, corredato di tantissime fotografie.

Quando abbiamo scoperto di poter salire sulla funicolare che dal porticciolo si inerpica sino al bordo della “caldera” di Santorini, per godere di uno dei panorami più belli del Mediterraneo, quando la nostra sedia ha cominciato a sobbalzare sulla pavimentazione sconnessa del villaggio e i vicoli erano troppo stretti e ripidi per poterli percorrere in sicurezza e ci siamo detti “Ok, può bastare”, quando quattro robusti marinai greci hanno sollevato di peso Domenico e carrozzina per farci salire sul battello che ci ha portato nella meravigliosa Mykonos... è stato allora che abbiamo capito davvero quali sono le piccole cose utili da conoscere.

E così abbiamo pensato che fosse importante condividere con altri le nostre avventure, spiegando ad esempio che ci sono cose che puoi fare ma solo se puoi alzarti dalla sedia, oppure se puoi fare un gradino, o invece se è meglio che tu sia accompagnato o se puoi muoverti tranquillamente da solo... 

Vivere l'esperienza del viaggio in maniera diretta ci ha dato il valore aggiunto del provare sulla propria pelle cosa significa spostarsi con una sedia a rotelle: la scelta del blog è quindi stata quella di raccontare solo le nostre esperienze vissute, ovviamente con le caratteristiche specifiche della “nostra” disabilità e del nostro modo di viaggiare in coppia. Viaggio dopo viaggio il blog si è arricchito sempre più e sono nate pagine dedicate: dai week-end in Italia ai percorsi del gusto, dai “musei a rotelle” ai suggerimenti per volare in maniera confortevole, usufruendo dei servizi di assistenza disponibili... Perchè viaggiare in sedia a rotelle significa anche imparare a lasciarsi aiutare, superare le proprie paure, mettersi in gioco, fare squadra, scoprire nuove abilità e come rendersi utile... nonostante tutto!

E poi viaggiando per il mondo scopri che l'accessibilità non è una formula scontata: ti può capitare di trovare ad Antigua, nel cuore del Mar dei Caraibi, un fantastico taxi attrezzato con una comoda poltrona elevatrice e magari non poter visitare un prestigioso museo perchè l'ascensore non funziona (!), mentre il piccolo museo di paese, gestito da simpaticissimi pensionati volontari, è dotato di un montascale perfettamente agibile...

Abbiamo scoperto, scrivendo e raccontando, che davvero il turismo accessibile è turismo per tutti, che se un luogo è accessibile per un viaggiatore in carrozzina lo è anche per una mamma col passeggino o un anziano, che i ritmi e i tempi del viaggio sono importanti quanto i luoghi e le mete da visitare, che ognuno può modulare il proprio itinerario sulla base delle proprie esigenze.

Nel blog ogni nostro percorso può quindi essere replicato, smontato, rimontato, rivissuto in tutto o in parte, combinato con altri percorsi o diventare lo spunto per una vacanza tutta nuova.

Ecco che allora con la nostra associazione di promozione sociale Viaggiarepertutti abbiamo iniziato a organizzare piccoli percorsi di scoperta del territorio, accessibili a 360° nello spazio, nella durata, anche nel linguaggio e nel modo di porgere i contenuti, e abbiamo iniziato ad andare di persona a raccontare le nostre avventure, portando la nostra esperienza diretta di viaggiatori a rotelle.

Abbiamo anche capito, viaggiando, quanto sia importante la formazione di chi lavora nel turismo: se alla buona volontà e alla disponibilità che sempre (o quasi!) abbiamo trovato in giro per il mondo si aggiunge una competenza professionale specifica, in grado di capire le esigenze basilari dei turisti disabili e dei loro accompagnatori l'esperienza del viaggio o della visita a un luogo d'arte, a un centro storico o a un museo diventa ancora più emozionante e gratificante. 

Poichè a noi due si sono poi affiancati tanti amici e tante persone fantastiche, e poiché come si sa l'unione fa la forza, insieme ai ragazzi di Progetto Yeah! di Verona abbiamo pensato allora di realizzare un vero e proprio corso di formazione rivolto alle guide turistiche: noi abbiamo portato la nostra esperienza di vita e loro la competenza professionale di formatori specializzati e grazie alla collaborazione con il MUST – Museo del Territorio di Vimercate (MB) che ha sposato con entusiasmo la nostra idea siamo riusciti a concretizzare il nostro progetto e a incontrare un nutrito gruppo di guide professioniste che hanno condiviso con noi l'idea di rendere accessibili i percorsi turistici a chi convive con una disabilità motoria o sensoriale.

Molto resta ancora da fare e da scoprire, ma Viaggiarepertutti non si ferma mai!

Domenico R. Zema

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
3.33 out of 5 based on 3 ratings