Il primo "Albergo Etico" in Italia

16 Ott
2015

A poco più di due mesi dalla sua inaugurazione avvenuta lo scorso giugno, il primo Albergo Etico in Italia, gestito direttamente da personale con la sindrome di Down, si racconta in queste pagine.

Per quei pochi che ancora non lo sapessero Albergo Etico ha sede ad Asti, in Corso Galileo Ferraris 58 e proprio lì siamo andati a seguire da vicino l’evoluzione di questo progetto che, come scoprirete, non ha intenzione di fermarsi a questo traguardo, ma si nutre della creatività continua delle persone che ci lavorano dal 2006.

Abbiamo incontrato Alex Toselli, il Presidente della Cooperativa Sociale che gestisce l’Albergo, per fare un primo bilancio di questo inizio d’attività, cercando di capire anche qual è il profilo del turista che sceglie Albergo Etico.

“Questa realtà attrae per l’80% clienti stranieri e la maggior parte di essi sono clienti nuovi che visitano per la prima volta la città di Asti.”

Si tratta dei cosiddetti turisti di “seconda battuta italiana” come li definisce Toselli, quelli che tornano in Italia e che del nostro Paese hanno già visitato in passato le principali città e che hanno voglia di un’esperienza nuova, capire come vivono davvero gli italiani scoprendo la collina e la sua cultura.

Un'attenzione particolare a tutti i clienti. Albergo Etico vuole essere il punto di riferimento per qualunque turista per questo è naturalmente attento che chiunque in questo luogo possa sentirsi accolto e a proprio agio. Un occhio di riguardo perciò alle persone diversamente abili, ai bambini che nell'albergo trovano spazi dedicati a loro, alle mamme che allattano o che devono cambiare un neonato. (Come chi scrive per esempio)

L’albergo, dalla sua apertura a oggi, ha già avuto momenti di overbooking, non solo nel mese di settembre, che per Asti è il clou della stagione, durante la settimana più della metà delle camere risultano vendute e ci sono già prenotazioni per i mesi venturi.

L’Albergo ha ospitato turisti anche dal Brasile, Argentina e Australia, paesi in cui si è registrata una grande attenzione per la realtà che Albergo Etico rappresenta, infatti è notizia recente che Albergo Etico è stato inserito tra i servizi del Tg brasiliano di Rete Globo.

La promozione avviene su tutti i canali tecnici ed è possibile trovare l’albergo su quasi tutte le piattaforme, come “booking” per intenderci.

Alex Toselli conferma che Albergo Etico sta impostando un’attività promozionale nell’intento di allargare la stagione turistica della città. “Abbiamo questa necessità perché pensare che l’attività turistica sia limitata al mese di settembre è un gap competitivo. Asti è una città che lo merita per le sue bellezze storiche e non solo, è necessario creare attenzione anche su eventi che siano nuovi.”

Una unicità importante quella di Albergo Etico, un caso che è destinato a fare discutere in tutto il mondo e una storia che si vuole raccontare anche attraverso la produzione di un docufilm che faccia capire l’esperienza di formazione e lavoro di questi ragazzi, di ciò che essi hanno vissuto e come in qualche modo abbiano anche condizionato le scelte di una città e delle persone che sono entrate in contatto con loro.

Questo in vista di un progetto più ampio e ambizioso: diventare il prototipo di una città etica in cui, come dice Antonio De Benedetto, Presidente dell’Associazione Albergo Etico: “ la libera circolazione dei ragazzi con disabilità sia talmente densa che possa essere evidente che ci si trova in una città etica.”

L’obiettivo nel lungo periodo è realizzare ad Asti un percorso di alta formazione per nuovi imprenditori e manager che possano così avere le competenze per costruire altri Alberghi etici e che persone da tutte il mondo vengano a formarsi qui.

Pensiamo a un’Università che sappia insegnare l’Albergo Etico”- dice Antonio De Benedetto, che continua “Asti è una città critica, molto preparata a non farsi incantare, riuscire qui significa riuscire in tutto il mondo.”

Un primo passo in questo senso è la collaborazione stipulata con la LUISS, con cui Albergo Etico redigerà un programma di lavoro per il corso di

Quello che sembrava utopico solo l’anno scorso, oggi è realtà e il metodo Albergo Etico, che si ispira al metodo Montessoriano, intendendo l’albergo come la “casa dei bambini cresciuti”, attira ragazzi che da tutto il Piemonte, periodicamente vengono a fare esperienze di lavoro qui e che durante il loro servizio risiedono nello spazio dedicato a loro nell’ultimo piano, chiamato Accademia dell’Indipendenza.

Quell’indipendenza tanto sognata che adesso, per loro, è realtà.

Alessia Conti

Alessia Conti

Immersa nelle parole, sempre. Queste acquistano più valore quando possono descrivere luoghi e mondi possibili, non relegati al mondo della fantasia ma che esistono migliorando la realtà.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.