Visitare l'Italia al doppio della velocità con Italy On Wheelchair

16 Feb
2016

Visitare l'Italia al doppio della velocità con Italy On Wheelchair

Un portale che suggerisce hotel e percorsi turistici accessibili alle persone disabili nelle venti regioni italiane.

Nasce in Sicilia il primo portale del turismo per tutti, inclusivo e senza alcun tipo di barriere.
Italy On Wheelchair – Il portale delle vacanze diversamente abili” nasce per aiutare lepersone con disabilità a programmare una vacanza in Italia in piena autonomia.

Il sito propone una selezione delle migliori strutture ricettive delle venti regioni italiane attrezzate per accogliere ospiti disabili, suggerendo percorsi turistici e attrazioni comespiagge o piste da sci accessibili a tutti: “non esistono barriere così alte da non poter essere superate e il cielo si può raggiungere anche senza una scala”,
è questa la filosofia di Italy On Wheelchair.
L’esperienza di persone care colpite da paralisi, che mal si riconoscono nella definizione di “disabile” e che nella propria sedia vedono solo un mezzo per andare più svelti, ha ispirato un gruppo di giovani siracusani innamorati della loro terra i quali, con orgoglio e passione, lavorano quotidianamente per rendere un po’ più semplice la vita ai tanti turisti in carrozzina.

“Molte strutture credono che basti aggiungere un piccolo scivolo all’ingresso per essere considerate accessibili. E quindi molte persone finiscono per alloggiare in alberghi privi di un bagno in camera attrezzato per ospitare persone con disabilità, o magari non hanno la possibilità di fare una doccia” – questo ci racconta Andrea Marciante, uno degli ideatori – “Non dimentichiamo anche che esistono varie forme di disabilità, quindi non è affatto raro che un non vedente prenoti in un albergo accessibile e allo stesso tempo sia costretto a lasciar fuori il cane guida”
Per maggiori informazioni sul progetto è sufficiente collegarsi al sito
www.italyonwheelchair.it o visitare la pagina Facebookwww.facebook.com/italy.on.wheelchair

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.